Simona Molinari

Simona Molinari

Venerdì sera appuntamento con Simona Molinari al Teatro del casinò

Fin da piccola si appassiona ai vecchi musical americani e inizia a studiare canto all’età di otto anni. A sedici comincia a specializzarsi nella musica jazz, studiando canto moderno, improvvisazione e vocalità nero-americana. Successivamente approda alla musica classica, conseguendo gli studi nel Conservatorio de L’Aquila, sua città d’adozione.

Nel 2007 inizia a lavorare con il suo produttore Carlo Avarello per la realizzazione di un progetto ambizioso basato sulla contaminazione tra il jazz e il pop. Inizia a esibirsi nelle prime rassegne e nell’estate del 2008 viene invitata in Canada per un tour con la sua band.

Nel 2009 con il brano Egocentrica approda alla 59° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Proposte 2009. In occasione della partecipazione sanremese, viene pubblicato il suo primo lavoro discografico Egocentrica, arricchito dalla collaborazione di Stefano Di Battista e di Fabrizio Bosso. L’album riceverà diversi riconoscimenti tra cui il Premio Mogol, manifestazione che premia il miglior testo dell’anno, e il Premio Lunezia Nuove stelle. Sempre nel 2009 condivide il palco del Premio Carosone con Vinicio Capossela.

Il 22 giugno 2010 viene pubblicato Croce & Delizia. Il suo secondo album, scritto interamente da lei, contiene anche le partecipazioni del Solis String Quartet, di Fabrizio Bosso e di Ornella Vanoni.

Il singolo Amore a prima vista, brano in cui duetta con la Signora della musica italiana, è stato per nove settimane consecutive la canzone più venduta di iTunes nella categoria jazz, e per due settimane nella Top Ten della classifica generale FIMI.

Nel corso del 2010 prende il via un progetto live internazionale, che si concretizza con un fortunato tour che ha visto Simona impegnata sui pachi dei migliori jazz club di Hong Kong, Macao, Shanghai e Pechino. Successivamente nel gennaio 2011 si ripete il tour asiatico e oltre alle città già citate si aggiunge anche la capitale giapponese: Simona infatti si esibisce con un bellissimo sold-out in uno dei più importanti jazz club al mondo, il Blue Note di Tokio.

Il 28 maggio 2011, in occasione dei Wind Music Award tenutisi all’Arena di Verona, presenta Forse. Dopo il successo estivo del brano, entrato da subito tra i più suonati dai network italiani, il 18 ottobre 2011 Simona Molinari pubblica il terzo album Tua, che segna l’incontro dell’artista con l’elettroswing. L’album vede importanti collaborazioni artistiche con Danny Diaz, Dado Moroni e Peter Cincotti, jazzista newyorkese con il quale ha duettato nella hit radiofonica In cerca di te (Sola me ne vo per la città). Il felice connubio artistico con il pianista newyorkese si consolida a febbraio 2013 in occasione della partecipazione al 63° Festival di Sanremo: Simona Molinari con Peter Cincotti sono in gara con i brani Dr. Jekyll Mr. Hyde, un inedito di Lelio Luttazzi, e La felicità, scritto da lei.

In occasione della partecipazione al Festival viene pubblicato il quarto album dal titolo Dr. Jekyll Mr. Hyde, lavoro che vede ancora la partecipazione di artisti di fama internazionale come Gilberto Gil, Lelio Luttazzi, Peter Cincotti, Roberto Gatto e The Sweet Life Society.

In seguito al grande successo che ha riscontrato La felicità, è iniziato il tour 2013 – con la partecipazione del cantautore romano Piji – che ha visto Simona partecipare alle migliori rassegne jazz della Penisola, tra cui ricordiamo il concerto per Umbria Jazz all’Arena Santa Giuliana che ha avuto come ospite il chitarrista Franco Cerri, il concerto al Teatro Romano per Verona Jazz Festival, e il concerto per Pescara Jazz, la prima rassegna in Italia dedicata a questo genere. Inoltre, Pescara Jazz ha scelto il concerto di Simona Molinari in occasione della propria presentazione del festival alla stampa americana avvenuta al Rockfeller Center di New York.

Tra le altre occasioni illustri che hanno avuto Simona come ospite, ricordiamo infine la manifestazione Il teatro del silenzio, serata organizzata a Lajatico da Andrea Bocelli, che ha avuto come ospiti tra gli altri Riccardo Cocciante e Pino Daniele, in cui il tenore ha duettato con Simona davanti a un pubblico di oltre diecimila persone.

Fonte: Management Simona Molinari